menu


contatti


A.S.A.E.L.
Associazione Siciliana
Amministratori Enti Locali

Sede:
Vicolo Palagonia all'Alloro, 12
90133 Palermo

Tel: 091.6174207
Fax: 091.6174207
Mail: asaelpait@gmail.com
PEC: asael@pec.it

C.F. 80028370825


dove siamo (Google Maps)

invia una email

 

 

Archivio news

  torna all'indice


07.11.2020
COMUNICATO STAMPA DELL'ASAEL SU "SICILIA ARANCIONE"

GIOVEDÌ 05 NOVEMBRE 2020 19.02.42

CORONAVIRUS: ASAEL, 'SICILIA ARANCIONE? VOGLIAMO CONOSCERE I DATI' =

ADN1849 7 ECO 0 ADN ECO RSI CORONAVIRUS: ASAEL, 'SICILIA ARANCIONE? VOGLIAMO CONOSCERE I DATI' = Palermo, 5 nov. (Adnkronos) - "Lo Stato e la Regione Siciliana chiariscano i motivi che hanno portato la Sicilia tra le regioni 'arancioni', con uno scenario di elevata gravità sotto il profilo della diffusione del rischio epidemiologico da Covid-19". A chiederlo è l'ASAEL, associazione che riunisce gli amministratori locali siciliani, a poche ore dall'entrata in vigore dell'ultimo Dpcm. "Una scelta che preoccupa gli amministratori locali siciliani - afferma il presidente dell'ASAEL Matteo Cocchiara - così come preoccupanti sono le frasi del premier Conte il quale ha ricordato che la classificazione delle tre macro-aree è avvenuta sulla scorta di dati forniti dalle stesse regioni e a seguito di un confronto con la Conferenza Stato-Regioni. L'ultimo Dpcm disegna provvedimenti fortemente restrittivi e penalizzanti per l'economia siciliana. Gli enti locali chiedono a gran voce di conoscere i dati che hanno portato a questa decisione e, se questi non dovessero giustificare l'adozione di misure così stringenti, sarà necessario rivedere la classificazione ufficializzata ieri dal presidente del Consiglio". "Gli enti locali non possono essere solo destinatari dei provvedimenti senza conoscerne appieno, e per tempo, le motivazioni - conclude Cocchiara - Riteniamo opportuno che il governo regionale faccia conoscere le azioni intraprese in termini di ottimizzazione del sistema sanitario siciliano, con particolare riferimento al potenziamento delle strutture destinate a fronteggiare il rischio epidemiologico in corso. E tempo che, in una materia delicata come la gestione della sanità, la Regione attui un nuovo e più costruttivo coinvolgimento dei Comuni e dei loro amministratori nelle scelte delle politiche sanitarie i cui effetti vanno a ricadere sui territori e sui cittadini". (Man/Adnkronos) ISSN 2465 - 1222 05-NOV-20 19:02 NNNN



  torna all'indice

 

ultime news


01.12.2020
MOLTO PARTECIPATO IL WEBINAR TENUTO IL 30 NOVEMBRE 2020 SULLA NUOVA LEGGE URBANISTICA REGIONALE
Nella considerazione della folta partecipazione di amministratori e tecnici comunali, oltre che di liberi professionisti, l'ASAEL ritiene utile ritornare nelle prossime settimane a trattare detta tematica,...
(leggi tutto )

01.12.2020
E' VINCOLATO IL CONTRIBUTO STATALE PER L'AUMENTO DELLE MAGGIORI INDENNITĄ AI SINDACI
Secondo la Sezione regionale di controllo dell'Emilia Romagna della Corrte dei Conti con il parere n°105/2020, il contributo statale ai Comuni per aumentare le indennità di...
(leggi tutto )

25.11.2020
CON IL "RISTORI TER" 400 MILIONI AI COMUNI
Con il D.L. "RISTORI TER" gia' in G.U. (D.L. L.154/2020) dallo Stato 400 milioni da distribuire ai Comuni per far fronte alle esigenze alimentari dei cittadini...
(leggi tutto )

06.11.2020
IV° CORSO ASAEL FORMAZIONE GIOVANI AMMINISTRATORI
Grande partecipazione si è registrata anche in occasione del Secondo Webinar tenutosi in data 5 novembre 2020 su piattaforma ZOOM nell'ambito delle lezioni programmate per il IV°...
(leggi tutto )


vai all'archivio news

   

 

  include

A.S.A.E.L. ©2011 - Tutti i diritti riservati | powered by: R. Bloisi - PixelZOO.it